Ultimi post di dk53news

giovedì 6 dicembre 2012

Datemi una seggiola e vi solleverò il mondo (di Rita Pani)


Ci ho ripensato oggi, ridendo, dopo aver letto le dichiarazioni del neo Assessore per i beni culturali della Regione Sicilia, lo scienziato Antonino Zichichi, che ha un sogno: “La Sicilia piena di centrali nucleari.” Poi mi è tornato in mente dopo aver letto la bellissima dichiarazione del sottosegretario Polillo: “In Germania le cose vanno bene, perché la gente lavora.” Un’altra conferma l’ho avuta dalle dichiarazioni di Clini, il quale vuol proibire per legge
– urgente – di costruire nelle zone idrogeologiche a rischio. La certificazione è arrivata invece dal ministro Patroni Griffi: “Nessuna stabilizzazione di massa per i precari della pubblica amministrazione. 7300 esuberi nella P.A. e in massima parte nella scuola.”
Ho sempre avuto il dubbio sulla vera finalità di queste dichiarazioni idiote. Tenendo in considerazione il fatto che di solito escono dalle bocche di professori illuminati, o addirittura scienziati, tendevo a pensare che si trattasse di un tentativo sottile di elargire al popolo vessato almeno un po’ di buon umore, ma dopo le dichiarazioni dell’ultimo arrivato alla seggiola del potere, lo scienziato vero Antonino Zichichi, si è fatta forte in me la convinzione
Antonino Zichichi
che l’assurgere a cariche di potere, piccole o grandi che siano, sottopone al rischio di contagio da virus che provoca aerofagia cerebrale. Diversamente tanta idiozia non potrebbe spiegarsi davvero, né tanto meno la leggerezza con la quale, questa gente mette a rischio il suo buon nome e la sua rispettabilità – sempre ammesso che ne abbiano mai avuto una.
Una centrale nucleare in Sicilia? Sì come no? Magari alle pendici dell’Etna, vulcano attivo della Regione più sismica che c’è. Poi non una soltanto, ma tante, tante, tante. Una Sicilia piena fino all’orlo, anche per conservare meglio il panorama di tanta bellezza – che c’è nonostante tutto il resto.
In Germania la gente lavora. Qua invece siamo una manica di fancazzisti che appena esce un po’ di sole, se ne va al mare con un piatto di spaghetti a cantare canzoncine neomelodiche col mandolino. Magari piagnucolando, che siamo anche un po’ tutti choosy! Il fatto che il lavoro non ci sia per via della “spending review,” del capitalismo spinto che favorisce lo sfruttamento della schiavitù legalizzata e il lavoro nero, è fattore del tutto secondario.
Come deve essere sconosciuta la legge al ministro Clini, che se facesse in modo di far applicare quella già esistente, si ricorderebbe che di norma, prima anche di sollevare un muretto a secco per recintare l’orticello di pomodori, è necessario presentare la relazione geologica sullo stato del territorio nel quale si vuol costruire, per ottenere la licenza edilizia.
E infine l’occupante della seggiola della Pubblica Amministrazione, che deve licenziare gli esuberanti precari a vita, mentre il suo collega Profumo promette tablet e getta via danaro con l’ennesimo “concorsone” che non assegnerà mai gli 11 mila posti promessi (a fronte di oltre 320.000 candidati). Qua ci vorrebbe un altro scienziato che sapesse almeno un poco di aritmetica per comprendere che se non fosse per colpa del virus intestinale che colpisce il cervello, tutto questo non avrebbe alcun senso, tranne quello di continuare a tenere sotto scacco un intero paese, prendendolo indegnamente per il culo.
Certo, c’è da ammettere che ancora glielo permettiamo; in fondo, son divertenti. Malati, ma divertenti.

Rita Pani (APOLIDE)
R-ESISTENZA-INFINITA
.

0 commenti:

Posta un commento